Miss X

Sono una legata visceralmente all'immagine.
Mi sento pigra, e più che pensare alle cose preferisco sentirle.

Io, io, io, e gli altri

fotojournalismus:

Palestinian children look out from their family’s house, which witnesses said was badly damaged during the recent Israeli offensive, in the east of Gaza City on Aug. 28, 2014. (Majdi Fathi/NurPhoto/Zuma Press) Mostra in alta risoluzione

fotojournalismus:

Palestinian children look out from their family’s house, which witnesses said was badly damaged during the recent Israeli offensive, in the east of Gaza City on Aug. 28, 2014. (Majdi Fathi/NurPhoto/Zuma Press)

(via 3nding)

THE CHAMELEONS - Second Skin

rollership:

Pierre Cardin - “The Palais Bulles”  1975-89 
(at Mondo Cane Library Stacks) Mostra in alta risoluzione

rollership:

Pierre Cardin - “The Palais Bulles”  1975-89 

(at Mondo Cane Library Stacks)

(Fonte: iveseenthat)

The Pills - DU DETECTIVE

Franco Battiato - Personal Computer

Innumerevoli stati d’assedio propongono ricette per la vita, ma ho già l’astrologia babilonese. Nel medioevo rinascimentale c’è chi cerca una Liberazione e c’è chi scopre un’altra particella.

Blue Sound - Berlin

Borotalco, Carlo Verdone

Le apine di quand’ero bambina :’)

Meboli (feat. Vlada Tomova) - Balkan Beat Box

Akko, San Giovanni d’Acri (Israele)

Akko è una città del Mediterraneo orientale di antica origine. Fu colonia romana, poi conquistata dagli Arabi nel 638 a.C. e infine, nel 1140, dai Crociati che trasformarono la città nel loro principale approdo in Palestina.

La città nel tempo ha subito numerose modifiche, demolizioni e ricostruzioni ed è il risultato di una articolata e lenta stratificazione. A differenza delle città europee ad Akko l’economia, la politica e le differenti esigenze culturali hanno imposto una sua trasformazione che ha garantito una continuità sia del tessuto urbano che dell’architettura. È possibile infatti ricostruire l’influenza sia della cultura europea del XII sec., che di quella ottomana del XVI sec., fino ai progetti napoleonici dei primi anni del XIX sec. È con la dominazione inglese che hanno inizio i primi studi sulla città e i primi censimenti dei suoi monumenti e viene redatta la prima carta della città di Acri.

Un elemento fortemente caratterizzante è il materiale costruttivo noto come kurkar, una pietra sedimentaria particolarmente diffusa lungo le coste dell’Asia Minore e di colore giallo che viene spesso confusa con il tufo. La stratificazione storica si rileva facilmente proprio analizzando i differenti materiali e le tecniche adoperate. In particolare al primo periodo crociato corrisponde l’utilizzo di grandi blocchi di pietra kurkar con intermezzi di elementi di dimensioni minori; al periodo della costruzione araba corrisponde un paramento murario composto da pietre più minute, ma della stessa natura del primo strato; infine all’Ottocento Ottomano l’utilizzo di grandi blocchi tutti uguali e con spigoli vivi che manifestano tecniche più avanzate di lavorazione. 

Gli edifici residenziali mostrano strutture verticali in blocchi ben squadrati collegati con malta, solai in legno e spesso volte a crociera al pian terreno. In corrispondenza delle volte si rilevano ampi archi di scarico, veri e propri sostegni per i piani superiori, che poggiano su mensole di forma spesso articolata. Gli elementi formali di maggiore interesse sono proprio l’articolazione delle murature, delle aperture e dei passaggi voltati. Interessante è anche l’alternanza di forme arcuate, architravate, passando dall’arco ogivale medievale e quello trilobato arabo e a forme più contemporanee.

cabinporn:

"Tubakuba" cabin built by students at the Bergen School of Architecture in Bergen, Norway.

The building process is documented here.

(via an-architectural-statement)

Thom Yorke - Open The Floodgates

needforcolor:

Poeta Brunello Robertetti - Corrado Guzzanti

needforcolor:

Poeta Brunello Robertetti - Corrado Guzzanti

needforcolor:

Poeta Brunello Robertetti - Corrado Guzzanti

needforcolor:

Poeta Brunello Robertetti - Corrado Guzzanti

(via iceageiscoming)